News
Home » Sport » Ciclismo » 6° TROFEO PASSO PAMPEAGO

6° TROFEO PASSO PAMPEAGO

La 5.a prova e finale della Südtirol Berg Cup, pregevole circuito composto da cinque cronoscalate a dir poco “effervescenti” fra Alto Adige e Trentino, sarà ancora una volta il Trofeo Passo Pampeago, impennata che ogni corridore dovrebbe avere nel proprio palmarès. E chi il 17 settembre non si farà di certo mancare l’occasione sarà il testimonial ufficiale della gara, Andrea Pasqualon, un velocista professionista dal 2010, fresco fresco di Tour de France.

Ė bene ricordare inoltre che i concorrenti del Trofeo Passo Pampeago potranno accedere alla zona di partenza solo dalla strada di fondovalle poiché la statale 48 tra Cavalese, Tesero e Ziano sarà chiusa a seguito dell’evento Fiemme Rollerski Cup, competizione dedicata agli skirollisti che quest’anno torneranno in Val di Fiemme. Ma la “culla dello sci nordico” e di avvincenti cronoscalate è anche e soprattutto sede del Trofeo Passo Pampeago, una di quelle salite mitiche divenuta appuntamento da segnare in rosso sul calendario per tutti gli scalatori a due ruote.

I dirigenti dell’U.S. Litegosa di Panchià guidati da Dario Bellante dal 2012 propongono l’apprezzato Trofeo Passo Pampeago: da Piazza Nuova a Tesero fin sulla cima del Passo Pampeago, nella splendida area del comprensorio sciistico Ski Center Latemar cui è affidata anche la regia della gara, ben godibile anche d’estate.

L’erta presenta un dislivello di 1.020 metri, ad una pendenza media che varia tra il 10 e il 12%, ma i picchi che si registrano arrivano fino al 16%, per un percorso complessivo di 10.5 km.

Il tratto più impegnativo sarà quello posto dopo il bivio per il Passo Lavazè, immortalato anche in numerose tappe del Giro. Nel 2011, in previsione del nuovo passaggio del Giro d’Italia 2012, furono asfaltati anche gli ultimi 2.5 km che culminano a Passo Pampeago, con la tappa vinta da Roman Kreuziger: da allora c’è la nuova via di accesso al Passo, con l’ultimo tratto chiuso però alle auto.

Davvero un’occasione imperdibile dunque, servirà tuttavia un’attenta preparazione anche perché a fine stagione le gambe dei pedalatori hanno magari poche energie residue. Ma la bellezza di salire nuovamente in sella per questa cronoscalata farà dimenticare anche l’acido lattico e le imprese affrontate.

Confermati infine pranzo e premiazioni in località Stava, il tutto incastonato nella festa paesana. Essere fra i protagonisti del 6° Trofeo Passo Pampeago è facile ed ancora possibile, per iscriversi c’è tempo fino al 15 settembre attraverso il sito dell’organizzazione o tramite Fattore K.

Info: www.latemar.ituslitegosa@gmail.com

Commenti

commenti

Marco