Home » Sport » Mountain Bike » HERO AD ASIA BIKE 2017: IL FASCINO DELLE DOLOMITI IN CINA

HERO AD ASIA BIKE 2017: IL FASCINO DELLE DOLOMITI IN CINA

HERO Südtirol Dolomites allarga i propri orizzonti e si rivolge all’estremo Oriente. In occasione dell’edizione 2017 di Asia Bike a Nanjing, nelle vicinanze di Shangai, la più importante fiera asiatica dedicata al mondo della bicicletta, la HERO si è presentata a un pubblico di imprenditori e associazioni del settore. I numeri, che testimoniano il prestigio della gara di Selva Val Gardena e la costante crescita del turismo internazionale sulle Dolomiti, sono stati esposti durante l’Industry Summit in Cina.

HERO Südtirol Dolomites

È una gara che ha fatto dell’appeal internazionale uno dei suoi punti di forza, un riferimento da cui partire per estendere il proprio raggio d’azione e rivolgersi a un pubblico sempre più ampio e diversificato. La HERO Südtirol Dolomites giungerà, nel 2018, a quota nove edizioni, certificando una crescita costante dal 2010 non solo in termini di partecipazione internazionale, ma anche di impatto economico, turistico e mediatico per il palcoscenico che la ospita: le Dolomiti.

Una gara che è sempre più un’importante vetrina per un territorio dal fascino eccezionale e che, quest’anno, decide di esportare la sua particolarità rivolgendosi a un pubblico distante, ma solo dal punto di vista geografico. Si è appena conclusa, infatti, l’edizione 2017 di Asia Bike a Nanchino, in Cina, importante fiera del far-east dedicata al mercato della bicicletta, e la HERO ha risposto presente con un proprio stand nell’area Travel Club & Leisure della fiera, grazie soprattutto alla main partnership con la regione Alto Adige e la fiera Eurobike di Friedrichschafen, co-organizzatrice di Asia Bike.

In occasione dell’Industry Summit, Gerhard Vanzi, CEO della HERO, ha presentato le caratteristiche e i numeri della marathon di mountain bike più dura al mondo a un pubblico di imprenditori e di associazioni del settore, soffermandosi sulle motivazioni che hanno spinto l’organizzazione a rivolgersi al mercato asiatico.
«In primo luogo, la crescita del movimento e della cultura della bicicletta in Cina, come testimoniano le sempre più numerose competizioni organizzate, soprattutto nella parte settentrionale del paese per promuovere l’attività sportiva e dare visibilità a mete di grande rilevanza turistica – sottolinea Vanzi – e il turismo in questo scenario economico rappresenta un altro grande stimolo e un notevole fattore di crescita, alla luce della forte propensione dei cinesi al viaggio».

La Cina è, infatti, il paese che spende di più per viaggiare e, secondo le stime dell’Organizzazione Mondiale del Turismo delle Nazioni Unite, i turisti cinesi stanno per diventare i principali big spender a livello internazionale, in seguito al considerevole aumento dei viaggi all’estero (82 milioni nel 2016) e all’espansione della classe media.
E una delle destinazioni preferite da questa nuova utenza è proprio l’Italia. Principalmente in cerca di shopping, itinerari e ristoranti, i turisti cinesi trovano nel Bel Paese la meta ideale, grazie alla presenza di un eccezionale patrimonio storico-artistico, della rinomata tradizione gastronomica e della varietà di brand nel mondo della moda.

In tutto questo, le Dolomiti hanno rapidamente acquisito una grande popolarità presso i cinesi, che le considerano una meta molto interessante sia per la stagione invernale sia per quella estiva: dalla vacanza sugli sci a un tranquillo soggiorno all’insegna del relax e, in un prossimo futuro, del trekking e delle passeggiate in bicicletta.
«Le Dolomiti hanno il vantaggio di proporre un prodotto diverso da altre destinazioni italiane conosciute dai turisti cinesi – prosegue il numero uno di HERO – e, per questo motivo, possono proporsi come destinazione particolarmente attraente per il ceto medio-alto e per una clientela giovane e abituata a un’idea di vacanza più stanziale».
Un’ulteriore occasione per guadagnare visibilità in questo nuovo mercato in grande crescita è data dalla nomina della città di Venezia a “capitale europea”, che ospiterà a gennaio 2018 la cerimonia di inaugurazione dell’Anno del Turismo Europa – Cina. Per le Dolomiti e per la HERO Südtirol Dolomites, si apre così uno spazio importante a favore della promozione e dello sviluppo del turismo internazionale, sfruttando anche la sinergia con altre realtà e simboli, italiani e globali, come il titolo di Patrimonio Mondiale UNESCO.

Per ulteriori informazioni: www.herodolomites.com

Commenti

commenti

Marco