Home » Sport » Ciclismo » DALLA “GIMONDI” A RAFFAELLO, IL WEEKEND DELLA BELLEZZA

DALLA “GIMONDI” A RAFFAELLO, IL WEEKEND DELLA BELLEZZA

La prima domenica di maggio, data dalla 22esima edizione della Granfondo, sarà anche l’ultima data disponibile per visitare la mostra “Raffaello e l’eco del mito” a Bergamo.

Il legame con l’arte è sempre stato uno dei tratti distintivi della Granfondo Internazionale Felice Gimondi Bianchi, così come il profondo rapporto con la città e il territorio di Bergamo. Un legame che si rinsalderà nell’edizione numero 22, in programma il prossimo 6 maggio e intitolata “Remembering the Vuelta” in onore del Cinquantenario della conquista della Vuelta a Espana da parte di Felice Gimondi.

All’esperienza sportiva e agonistica della GF Gimondi, da sempre modello di eccellenza per la sua organizzazione, i partecipanti all’evento e i loro accompagnatori potranno infatti abbinare una visita alla mostra “Raffaello e l’eco del mito“. Un autentico viaggio fra le opere e l’eredità dell’artista urbinate, che aprirà i battenti il 27 gennaio all’Accademia Carrara di Bergamo – dove è custodito il “San Sebastiano” di Raffaello – e si concluderà domenica 6 maggio, proprio nel giorno della Granfondo.

Saranno tredici i capolavori di Raffaello in mostra, dalla “Madonna Diotiallevi” di Berlino alla “Croce astile dipinta” del museo Poldi Pezzoli al “Ritratto di giovane” di Lille. Oltre alle opere del genio marchigiano, ci saranno quelle di oltre trenta artisti, a tracciare una insolita parabola dal Rinascimento ai giorni nostri: Pinturicchio, Luciano Fabro, Perugino, Giorgio de Chirico, Signorelli, Picasso, Santi, Christo. In sessanta opere, si raccontano la formazione dell’artista della Bellezza, le sue relazioni, il suo mito nell’Ottocento e la sua eco nella contemporaneità.

Oltre all’inedito percorso artistico dell’Accademia Carrara, però, bisognerà scegliere – anche a gara in corso – quelli collaudati e apprezzati dagli habitué della GF Gimondi, “corto” (89,4 km), “medio” (128,8 km) e “lungo” (162,1 km), personalmente disegnati da Felice Gimondi. Un’altra granfondo da pennellare, fra impegnativi tornanti e scenari mozzafiato. Un’altra giornata da dedicare alla bellezza, in ogni sua forma.

Come iscriversi alla Granfondo Gimondi-Bianchi 2018
Tutti gli appassionati possono iscriversi alla 22a edizione compilando l’apposito form online sul sito ufficiale della manifestazione www.felicegimondi.it, oppure presso gli uffici organizzativi di G.M.S. in Via G. Da Campione, 24/c – 24124 Bergamo (tel. +39 035.211721 – fax + 39 035.4227971).

Commenti

commenti

Marco