News
Home » Sport » Ciclismo » CYCLING CRAFT AGLI “ORIGINAL RIDERS”

CYCLING CRAFT AGLI “ORIGINAL RIDERS”

“Io non sarò mai nessuno, ma nessuno sarà mai come me” disse un giorno il cantautore e “profeta della libertà” Jim Morrison, e alla Marcialonga Cycling Craft del 4 giugno l’originalità sarà uno dei punti cardine sui quali si fonderà la sfida, con gli atleti ad avere la possibilità (non comune) di sfilare fra le Valli di Fiemme e Fassa (TN) e le strade confinanti con la tabellina di gara personalizzata e il proprio nome impressovi sopra. Un’opportunità unica per “sentirti davvero unico e immediatamente riconoscibile”, sottolinea il sempre pronto e fantasioso comitato organizzatore della Marcialonga. Ma gli “original riders” dovranno affrettarsi poiché riceveranno la tabellina personalizzata solo coloro i quali s’iscriveranno entro lunedì 15 maggio.

Con la quota d’iscrizione di 40 euro i concorrenti riceveranno una serie di servizi che renderanno pressoché irrisoria la tariffa di partecipazione. Ogni partecipante avrà diritto infatti ad un pacco gara comprensivo di canotta tecnica prodotta in esclusiva per Marcialonga da Craft Sportswear, e ancora del formaggio Trentingrana, integratori Enervit, pasta Felicetti, calzini tecnici Ekoi, solvente bike WD-40, detergente Nuncas ed un gadget ITAS Assicurazioni. Oltre a ciò, tante iniziative di contorno per ciclisti e familiari sia nel pre che nel post gara, mentre durante l’undicesima edizione con start da Predazzo e lungo i percorsi di 135 e 80 km vi saranno ristori fornitissimi, incroci sempre presidiati e segnalati, oltre ad assistenza meccanica fissa ed assistenza sanitaria dal primo all’ultimo concorrente in gara. Dopo la Cycling Craft ecco invece un delizioso ristoro finale, servizio massaggi gratuito, docce e spogliatoi al coperto, deposito bici sorvegliato, pasta party per concorrenti e accompagnatori con possibilità di avere il menù per celiaci (su richiesta a info@marcialonga.it), servizio sms per conoscere il tempo ottenuto in gara, classifiche e diploma aggiornati sul sito in tempo reale, ed infine foto e video degli arrivi online entro la settimana della gara.

Domenica inoltre, a partire dalle ore 10.30, tutti i bambini saranno invitati nella Piazza di Predazzo per ascoltare le storie animate che Marco e la tribù del Progetto92 e L’Idea Spazio Giovanni leggeranno dal Grande Libro ABiCicletta. Il divertimento continuerà anche successivamente con un simpatico laboratorio dove, utilizzando i materiali più bizzarri, ognuno di essi potrà dare sfogo all’immaginazione e costruire la sua bicicletta ricordo.

Ci eravamo lasciati con il ‘guanto di sfida’ lanciato da Cristian Zorzi a Chiara Costazza per il trono di ‘King (o Queen) of the Mountain’ dopo che il primo aveva perso il duello a Monte San Pietro, e l’ex fondista è riuscito ad avere la rivincita sulle rampe del Passo Lavazè, spartiacque della gara lungo 8 km di salita con punte del 18% di pendenza. “I primi 4 km sono molto impegnativi, poi iniziano i tornanti e la strada si fa più dolce, a completamento della prima tappa dolomitica della Marcialonga Cycling Craft” – sottolinea “Zorro”, ed ora i due duellanti se la vedranno sulla salita di Passo San Pellegrino, altra spettacolare erta per i corridori dell’undicesima edizione.

Info: www.marcialonga.it e ai canali Facebook, Twitter ed Instagram

Commenti

commenti

Marco