Home » Outdoor » VIBRAM PRESENTA “DUALITY”

VIBRAM PRESENTA “DUALITY”

Sabato 24 marzo alle 18.30 presso la Sala Azzurra del Marina Center di Loano si terrà la presentazione di “Duality”, film ideato e prodotto da Vibram e girato dal regista ligure Alessandro Beltrame.

Vibram Duality

In “Duality” quattro donne, quattro forti ultrarunner, raccontano le loro vite che si snodano tra una quotidianità fatta di famiglia e lavoro, e la corsa in montagna. Due condizioni apparentemente opposte, donna e atleta, ma che in realtà hanno bisogno l’una dell’altra per esistere. Donne normali che ad un certo punto della loro vita decidono di fare cose straordinarie, di percorrere strade nuove, mettendoci forza, ostinazione e impegno.

Si tratta di un progetto fortemente voluto da Vibram e in cui l’azienda crede molto. Come ha dichiarato Jérome Bernard, Sport Innovation Marketing Global Director Vibram “Rari sono gli sport come il trail running in cui le donne riescono a competere con gli uomini. Duality ci aiuta a capire perché nelle gare di ultra trail le molteplici sfumature e peculiarità della donna possano spostare le regole del gioco. Duality è un messaggio rivolto alle donne e a tutti coloro, aziende comprese, che vogliono percepire cosa significa essere una donna ultra-runner.”

Durante la serata saranno presenti tre delle quattro protagoniste, le atlete del Trailrunning Team Vibram Yulia Baykova, Audrey Bassac e Uxue Fraile, e la giornalista ultrarunner Roberta Orsenigo co-autrice dei testi del film, mentre il regista Alessandro Beltrame sarà in collegamento video dalla Patagonia.
La proiezione del cortometraggio, dalla durata di circa 25 minuti, è aperta e gratuita a tutti gli interessati.

A seguito della première di Loano, il film sarà proiettato anche in occasione della Lavaredo Ultra Trail, dell’UTMB, del Flow Festival e della Vibram UTLO, nonché nel contesto di una selezione di Film Festival europei. Sarà possibile seguire il calendario delle proiezioni che verrà costantemente aggiornato al sito www.vibram.com , nella sezione Duality.

Commenti

commenti

Marco