Home » Attrezzatura » Abbigliamento » VAUDE PER L’AMBIENTE, ECCO I VERI RISULTATI

VAUDE PER L’AMBIENTE, ECCO I VERI RISULTATI

Dalla produzione amica dell’ambiente ai risultati reali del progetto per la gestione ambientale in Asia: gli ultimi aggiornamenti del brand outdoor più eco-friendly d’Europa.

In Germania svetta nelle classifiche di vendita tra i brand outdoor e si può dire che l’azienda tedesca dedichi davvero anima e corpo per essere coerente con la propria filosofia, riassunta nelle parole “The Spirit of Mountain Sports”, cercando di educare i suoi appassionati attraverso il miglior esempio possibile verso il rispetto dell’ambiente in cui viviamo.

Per questo VAUDE ha creato un proprio protocollo per la verifica dei prodotti, l’etichetta “Green Shape”, nata per colmare l’assenza di uno standard internazionale sui criteri che rendono un prodotto amico del Pianeta. Il proposito per il 2018 è arrivare ad avere l’intera collezione di abbigliamento – uomo, donna, bambini, su tutte le linee outdoor e mountain bike – certificata “Green Shape” e quindi a zero impatto ambientale.
Di recente VAUDE ha analizzato i risultati del progetto biennale su larga scala “Gestione ambientale nella filiera di produzione”, applicato sulla produzione di abbigliamento per mountain bike e sport outdoor, il quale si è subito rivelato un successo. Il progetto pilota, parzialmente finanziato da donazioni, era nato con lo scopo di sensibilizzare i fornitori asiatici circa le questioni relative alla tutela ambientale, la gestione dell’energia e delle emissioni. La filiera tessile è spesso lunga e complessa, basti pensare che una giacca da outdoor è realizzata con circa 50 diverse componenti, che vengono prodotte da fornitori e spedite a un reparto di assemblaggio. I risultati del progetto sono stati tangibili in tutti i passaggi della produzione: hanno infatti portato al risparmio di 550 tonnellate di rifiuti, 5.500 metri cubi di acqua e 18 milioni di kWh di energia elettrica. Inoltre le emissioni di CO2 hanno subito una riduzione di 5.000 tonnellate annue.
“Sono felice che il progetto abbia portato a tali risultati misurabili e quindi a miglioramenti della sostenibilità ambientale per i nostri partner, noi stessi e il Pianeta. Questo dimostra che, con una determinazione collettiva, un obiettivo ideologico può essere implementato a livello professionale, quando siamo in grado di rendere partecipi le altre persone dell’importanza di tali questioni” ha commentato la CEO di VAUDE Antje von Dewitz.

Per maggiori informazioni, il report sulla sostenibilità ambientale di VAUDE è pubblicato online: csr-report.vaude.com

Commenti

commenti

Marco