Home » Sport » Mountain Bike » TRENTINO MTB CELEBRA I BIKERS IL 13 OTTOBRE

TRENTINO MTB CELEBRA I BIKERS IL 13 OTTOBRE

I bikers di Trentino MTB hanno percorso centinaia di chilometri tra “ValdiNon Bike”, “Passo Buole Xtreme”, “100 Km dei Forti”, “Dolomitica Brenta Bike”, “Val di Sole Marathon”, “La Vecia Ferovia” e “3TBIKE”, ed ora si potranno riposare ritrovandosi tutti assieme sabato 13 ottobre alle ore 15 a Trento, alla Cassa Centrale Banca – Sala Don Guetti in Via Vannetti 8, a raccontare e raccontarsi gli sviluppi della stagione appena trascorsa. Un’annata sulle ruote grasse in Trentino che ha visto gare e percorsi rinnovati, sempre con l’impegno da parte dei comitati organizzatori locali di offrire il massimo ad ogni atleta: “Ci aspettavamo qualche concorrente in più in termini numerici, ma la stagione è stata comunque esaltante, l’importante è regalare sempre ai bikers gare avvincenti ottimamente organizzate, e i nostri comitati su questo aspetto sono tra i migliori d’Italia – afferma il presidente del challenge Mauro Dezulian. – Come allestimenti e serietà nelle modifiche ai percorsi siamo sempre all’avanguardia. Bei nomi anche per quanto riguarda i top rider”, conclude.

Trentino MTB

Gerhard Kerschbaumer – ad esempio – fu strepitoso a “La Vecia Ferovia” da Ora (BZ) a Molina di Fiemme (TN), e poco dopo ai Mondiali MTB di Lenzerheide in Svizzera ottenne un prestigioso argento.

Atleti di spicco ma anche tanti amatori, con il veneto Giacomo Antonello (novità) e la brava Simona Mazzucotelli (riconferma) ad eleggersi campioni del circuito dopo diversi stravolgimenti di fronte nel corso della stagione, ricordando i successi di categoria dei vari Enrico Marietti (junior), Marco Rosati (elite sport), Andrea Clauser (M1), Andrea Zamboni (M2), Mauro Giovannetti (M3), Stefan Ludwig (M4), Daniele Magagnotti (M5) e Piergiorgio Dellagiacoma (M6), con Vertical Sport miglior squadra ed Andrea Leonardi e Sandra Lever – a lungo in testa nella graduatoria assoluta – a portarsi a casa la classifica dei migliori scalatori. Apertura scenografica in terra nonesa, passaggio sulle “Termopili d’Italia” in territorio alense per il proseguo, picchiata sugli sterrati cimbri scorgendo i resti delle fortificazioni della Grande Guerra, e via in direzione “dolomitica” tra Pinzolo e Madonna di Campiglio, con Malè ad anticipare il gran finale, che vide la tradizionale “Vecia Ferovia” e la prova conclusiva in Valsugana eleggere i migliori di stagione e far balzare alle stelle il divertimento degli avventurieri delle due ruote in slalom fra gli off-road del Trentino.

Info: www.trentinomtb.com

Commenti

commenti

Marco