Home » Outdoor » SPORT, CULTURA, SOSTENIBILITÀ: L’ESTATE 2018 DELLA VAL DI SOLE PROTAGONISTA A MILANO

SPORT, CULTURA, SOSTENIBILITÀ: L’ESTATE 2018 DELLA VAL DI SOLE PROTAGONISTA A MILANO

La Val di Sole, autentico cuore verde del Trentino, ha presentato in anteprima a Milano, presso l’Upcycle Milano Bike Café, l’offerta dell’estate 2018: un concentrato di opportunità, divertimento, sport in montagna e avventure. Un’offerta fatta di tanti colori, tante emozioni e tante esperienze da vivere, a cominciare dal prodotto principe dell’estate solandra: la mountain bike e, più in generale, le due ruote.

In Val di Sole possiamo vantare 300 km di itinerari mappati e autorizzati ufficialmente per essere percorsi con le “ruote grasse” – sottolinea Fabio Sacco, Direttore dell’Apt della Val di Sole –, tutti raggiungibili con gli impianti di risalita e con tracciati che toccano le nostre tre aree principali: Folgarida-Marilleva, fino a Madonna di Campiglio, Peio e il Passo del Tonale”.

Il tutto è arricchito dai Bike Park della valle, realizzati appositamente per le mountain bike. A cominciare dal Bike Park Val di Sole di Daolasa, dove ogni anno, da 10 anni, è ospitata la Coppa del Mondo di MTB, e che questa estate vedrà non solo disputarsi una tappa della Mercedes Benz UCI World Cup 2018 ma anche l’inaugurazione di un nuovo trail, più facile e adatto a tutti, per un totale di 4 percorsi tutti dedicati ai riders delle “ruote grasse”. Da non dimenticare anche il Family Park al Passo del Tonale, con itinerari che arrivano fino a Ponte di Legno, e la Trail Arena in Val di Peio, con percorsi più paesaggistici. Mentre la Val di Rabbi sta lavorando alla realizzazione di itinerari dedicati alle e-bike, un mezzo fondamentale per il turismo “in quota” perché apre a tutti la possibilità di vivere la montagna sulle due ruote.

Due ruote che in Val di Sole sono protagoniste anche di numerosi eventi sportivi di fama mondiale. “Dal 2008 abbiamo organizzato due Mondiali (nel 2008 e 2016) e varie tappe di Coppa del Mondo di mountain bike – spiega Patrizia Daldoss, responsabile di Grandi Eventi Val di Sole -. Quest’anno la Mercedes Benz UCI World Cup sarà in Val di Sole dal 6 all’8 luglio. Le discipline in gara saranno tre, a cominciare dai Mondiali di 4 Cross (un’avvincente sfida a quattro ad eliminazione in notturna), a cui seguiranno le gare di Downhill lungo la mitica pista Black Snake, amata e odiata da tutti i riders, per chiudere con quelle della disciplina olimpionica del Cross Country”.

Più di 1.000 persone da tutto il mondo saranno in Val di Sole in quei giorni per assistere all’unica tappa italiana di Coppa del Mondo di MTB. E molte altre sono attese a fine agosto a Vermiglio che, per la prima volta in Italia, ospiterà la Coppa del Mondo di Trial: i funamboli della mountain bike si sfideranno il 25 e 26 agosto in salti e acrobazie spettacolari sfruttando elementi e ostacoli naturali.

Ma la Val di Sole vuol dire anche cicloturismo per famiglie. Ecco allora i 36 km di pista ciclabile – che corre parallela al fiume Noce e alla ferrovia Trento-Malé-Mezzana – che è possibile percorrere in discesa, senza fatica e godendosi il paesaggio, dopo aver risalito la valle in treno o con il bicibus. Un servizio gratuito reso possibile dalla Trentino Guest Card, che offre a tutti i turisti che pernottano in una vallata della regione la possibilità di spostarsi liberamente con i mezzi pubblici. “La Guest Card è l’esempio più importante di come l’Apt investe i soldi della tassa soggiorno, ovvero nella realizzazione di servizi e prodotti per i turisti”, sottolinea Luciano Rizzi, Presidente dell’Apt della Val di Sole. Guest Card che dal 10 giugno al 23 settembre è ampliata dalla Val di Sole Opportunity. “La nostra card non è solo una piattaforma di servizi ma un modo di intendere la vacanza. Con Val di Sole Opportunity è possibile prendere gratuitamente tutti gli impianti di risalita, usufruire dei servizi navetta o parcheggiare nei Parchi: la montagna diventa così a portata di tutti e dà alle persone la possibilità di conoscere e vivere la valle in modo semplice e immediato”, spiega Maurizio Andreotti, Vice Direttore dell’Apt della Val di Sole.

In Val di Sole il turismo outdoor ha però altre mille sfaccettature. Alberto Penasa, responsabile della comunicazione dell’Apt della Val di Sole: “Oltre alle due ruote, un altro nostro must è l’acqua. Sole deriva infatti dal retico Sulis, la dea dell’acqua, e proprio questo elemento è un grande protagonista della nostra vallata, basti pensare ai 28 km navigabili del fiume Noce, che gli hanno consentito di essere classificato dal National Geographic al nono posto al mondo, al primo in Europa, per la pratica degli sport fluviali: dal rafting all’hydrospeed, dalla canoa al kayak”.

Circondata dalle montagne più alte delle Alpi centro-orientali – le Maddalene, le Dolomiti di Brenta e il gruppo Ortles-Cevedale, ai cui piedi nasce il Noce – la Val di Sole è anche sinonimo di trekking: dalle passeggiate più facili ai sentieri più impegnativi, come quello che conduce al rifugio Mantova al Vioz (3.545 m, il rifugio più alto delle Alpi centro-orientali), dove è possibile pernottare e risvegliarsi all’alba per raggiungere, in circa mezz’ora, Punta Linke, che ospita il più alto museo d’Europa dedicato alla Grande Guerra.

La cultura in Val di Sole si può respirare in tanti luoghi e si intreccia indissolubilmente anche all’enogastronomia. La vallata trentina è famosa per due formaggi tipici: il Casolét – presidio Slow Food – e il Trentingrana d’alpeggio. E proprio le malghe – che qui vantano un primato assoluto in Trentino (sono 41, di cui più di 20 hanno una produzione d’eccellenza di prodotti d’alpeggio) – sono valorizzate da un trekking unico che, snodandosi per più di 100 km, le rende accessibili ai turisti e le collega con vari rifugi alpini. “La cultura gastronomica della nostra vallata è valorizzata da tante iniziative ed eventi, come il “Cheese FestiVal di Sole” dall’1 al 23 settembre, che si apre con la rassegna “Non solo Casolét” dell’1-2 settembre, prosegue il 3 settembre con l’asta delle forme invecchiate e affinate da 1 a 7 anni e si conclude il 22-23 settembre con “Latte in festa”, un appuntamento ricco di show cooking, laboratori per bambini e cene con chef stellati in quota nelle malghe”, spiega Roberta Baggia dell’Apt Val di Sole.

Uno degli obiettivi fondamentali della Val di Sole è infatti quello di far conoscere la cultura e le tradizioni del luogo ma anche di preservare il territorio. Per questo l’Apt è sempre più impegnata nella realizzazione di un turismo sostenibile. La card Val di Sole Opportunity è nata con questo scopo, così come altre iniziative. L’ultima in ordine di tempo permetterà, da questa estate, di raggiungere il famoso e spettacolare ponte sospeso della Val di Rabbi senza l’auto: tutti i giorni, dalle 10 alle 18, la strada oltre le Terme di Rabbi verrà chiusa al traffico e un servizio di navetta collegherà un parcheggio di testata da 400 posti ai punti di partenza delle escursioni. Un passo importante, questo, verso la sostenibilità e la tutela del territorio, per “creare luoghi migliori per chi li abita e chi li visita“, conclude il Direttore Fabio Sacco.

Commenti

commenti

Marco