Home » Sport » Mountain Bike » PILA BIKE FESTIVAL E I NUOVI CAMPIONI DI DOWNHILL E BIKE TRIAL

PILA BIKE FESTIVAL E I NUOVI CAMPIONI DI DOWNHILL E BIKE TRIAL

Definiti i vincitori delle 11 categorie amatori di cross country olimpico, è ora la volta dei podi di bike trial e downhill, all’interno di uno spettacolare weekend di Campionati italiani assoluti, che ha raccolto tutte le discipline agonistiche della mountain bike della Federazione Ciclista Italiana.

Il Campionato italiano di downhill ha riservato un colpo di scena in fase di finali per gli agonisti, con la rimonta di Johannes Von Klebelsberg su Giacomo Masiero, ex argento 2017 e posizionato primo nelle qualifiche: la caduta di Masiero durante la manche finale ha favorito l’oro dell’altoatesino. A seguire Francesco Colombo, precedente campione italiano, ha conquistato il secondo gradino del podio, tenendo alto il buon nome del Team Argentina Bike, la squadra ufficiale di Pila Bikeland. In terza posizione Marco Milivinti, compagno di squadra di Masiero. Tra le donne, Eleonora Farina ha messo nuovamente la sua firma sul podio con un primo posto tra le Elite, che ha distaccato di 7” Veronika Widmann. Il tempo della Farina, di 4’13.115, equivarrebbe a un 35° posto nella pari classifica maschile, posizionandola decisamente bene in ranking; già in Coppa del Mondo si era fatta valere con un 4° posto, appena fuori dal podio internazionale.

La classifica completa del Campionato italiano downhill è consultabile al link:  www.cronotorino.it/risultati/ciclismo/gravitalia_2018/CI_Pila/index.html

L’arrivo del Campionato di downhill ha animato ulteriormente il clima festoso del Pila Bike Festival, all’interno di un villaggio evento che ha visto tra gli espositori aziende di equipaggiamento sportivo, la fiera Outdoor Expo, test e noleggio e-bike, lezioni di acroyoga e musica con dj set, per riscaldare gli animi dei partecipanti e tutti gli appassionati di montagna presenti durante il weekend valdostano. La seconda parte del Pila Bike Festival ha avuto luogo all’arrivo della gara di XCO, anche terreno di gara per il bike trial, a ridosso del quale un altro dj set con musica e speakeraggio di Paolo Mei e Cesarino Cerise, voci del Giro d’Italia, hanno tenuto caldi gli atleti in gara. Per le famiglie le attrazioni proseguivano anche in quota, con la pump track modello “world cup” dove i bimbi hanno potuto allenare la propria abilità con le push bike Strider, fino agli equilibrismi tra gli alberi del Pila Adventure Park.

Il Campionato italiano di bike trial è stato caratterizzato da 4 zone, rivelatesi molto tecniche e di lunga percorrenza, in una disciplina per la quale il tempo è una discriminante importante, per riuscire a portare a termine il percorso. La zona 1 si configurava come sezione di tronchi, per valutare l’equilibrio dei 30 atleti in gara, mentre la zona 2 è stata pensata per associare equilibrio e movimenti esplosivi, sempre su tronchi naturali. La zona 3, composta da grandi pietre, richiedeva agli atleti l’utilizzo della ruota anteriore per agganciare gli ostacoli; la quarta zona, intervento artificiale a base di cubi di cemento, si è rivelata la zona più esplosiva e di grande spettacolarità. “È una bella competizione, dal livello alto e con atleti contenti del percorso di gara” ha commentato Delfino, di supporto all’organizzazione per tracciare il percorso e contemporaneamente alla sua ultima competizione di bike trial, dalla quale ha guadagnato un bronzo. I nuovi campioni italiani per questa disciplina estremamente tecnica sono Giulio Porcario (cat. 26, con 22 pt di penalità) e Marco Bonalda (cat. 20, con 11 pt penalità).

Sponsor ufficiali dell’evento sono stati ProAction, che ha curato i punti ristoro delle discipline XCO e bike trial, e Red Bull, che ha energizzato il Campionato DH. I premi sono stati offerti da Ciclo Promo Components, Maxxis e CampaBros, mentre Proed ha garantito la pulizia delle bici di tutti i partecipanti.

Per seguire tutte le novità del Pila Bike Festival e i Campionati italiani assoluti: www.facebook.com/campionatoitalianomtb2018.

Commenti

commenti

Marco