News
Home » Sport » OCEAN LAVA TRIATHLON A KOTOR: LA SPEDIZIONE ITALIANA FIRMATA PEGASO

OCEAN LAVA TRIATHLON A KOTOR: LA SPEDIZIONE ITALIANA FIRMATA PEGASO

Una dozzina di triatleti italiani prenderà parte al triathlon half distance in Montenegro in programma domenica 14 maggio nella splendida baia montenegrina sotto l’egida UNESCO. L’iniziativa è supportata da Pegaso, azienda veronese nota nel campo dell’integrazione alimentare su base naturale, che fa così il suo ingresso a pieno titolo nel mondo sportivo, portando con sé oltre 25 anni di esperienza nella supplementazione naturale. A guidare la spedizione italiana all’Ocean Lava Triathlon di Kotor ci sarà Alberto Casadei, il triatleta italiano, e nuovo testimonial Pegaso, che dispenserà consigli ai compagni di viaggio su strategia e tattica di gara, e che punta a scrivere il proprio nome nell’albo d’oro della competizione.

Una giovane gara che è già un grande appuntamento: un’agguerrita spedizione italiana si prepara a vivere la trasferta in Montenegro per l’edizione 2017 di Ocean Lava, competizione di triathlon “half distance” in programma domenica 14 maggio nella splendida baia di Kotor. I giorni che aspettano i dodici atleti tricolore avranno come unico denominatore l’agonismo, ma non mancheranno momenti dedicati alla formazione, alla crescita personale, alla condivisione e alla scoperta turistico-culturale di un luogo patrimonio dell’Umanità UNESCO.

Quella dozzina di triatleti italiani

I veronesi Jacopo Butturini, Elisa Griso e Antonella Salemi, i vicentini Silvia Tabacco e Diego Longhin, Oliver Sanwald da Merano, il campione veneziano Alberto Casadei con Marco Liva, Gaetano Trimarchi, Roberto Pravisano, Fabio Santini ed Elena Borghese da Udine: questo l’elenco della carovana italiana capitanata da Marco Marchese, fondatore di Triathlon Travel ed ex triatleta azzurro. L’hashtag #roadtokotor scorterà la spedizione che partirà in bus venerdì 12 maggio da Verona attraversando Slovenia e Croazia per giungere a destinazione in Montenegro.

Agonismo e turismo. E non solo.

Il viaggio prevede alcune tappe dove gli atleti potranno “scaldare i motori” in vista di Ocean Lava: un allenamento venerdì di 50 chilometri in bicicletta prima di giungere a Spalato, dove è prevista una visita guidata, e altri 30 chilometri sabato, questa volta direttamente lungo il percorso di gara così da prendere confidenza con l’atmosfera montenegrina. Lunedì, la spedizione lascerà Kotor in direzione Dubrovnik, località da dove il gruppo di viaggio ripartirà alla volta di Verona martedì 16 maggio. Il team Pegaso, coadiuvato da Marco Marchese, non ha lasciato proprio nulla al caso: le telecamere di Icarus accompagneranno la vacanza sportiva che potrà essere rivissuta sui canali di Sky Sport da tutti gli appassionati (e non solo) della triplice disciplina di nuoto, bici e corsa.

Inoltre, la presenza di Alberto Casadei, già campione italiano sulla distanza olimpica (1500m nuoto, 40km bici, 10km corsa) e doppio olimpica, regalerà prestigio a tutta la compagine. Occhi puntati anche su Jacopo Butturini, atleta Elite emergente.

La gara in territorio UNESCO

Ocean Lava Montenegro è alla seconda edizione ma il richiamo per i triatleti di tutta Europa è stato molto forte. Infatti, quando i sacrifici e le idee incontrano passione e forza di volontà i risultati sono esaltanti e ripagano di ogni sforzo. Non è un caso che, dopo l’esordio del 2016, l’organizzatore Igor Majer e tutta la squadra di Ocean Lava Montenegro possano vantare una start list composta da più di 300 atleti in rappresentanza di 31 nazioni (compresa Australia e Emirati Arabi).

All’esordio dello scorso anno i partecipanti furono una cinquantina di unità: la crescita è stata esponenziale!

Il segreto di Ocean Lava Montenegro, gara triathlon half distance sulla distanza di 1.900 metri di nuoto, 90 chilometri di ciclismo su strada e 21 chilometri di corsa a piedi, oltre che nel contagioso entusiasmo degli organizzatori, risiede nella bellezza dell’ambientazione che fa da sfondo alla competizione. La regione naturale e storico-culturale delle Bocche di Cattaro dal 1979 è stata inserita nella lista dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO e la città di Kotor è il cuore di questo angolo di paradiso.

L’integrazione naturale in gara

La crescita dell’evento è stata possibile anche grazie al lavoro di alcuni partner tra cui spicca Pegaso. L’azienda veronese specializzata nel campo degli integratori alimentari di origine naturale sarà main sponsor non solo della gara ma anche della spedizione italiana, che vedrà la presenza di Alberto Casadei, testimonial dell’azienda e di un team composto tra l’altro da un biologo nutrizionista e da una farmacista e product specialist di Pegaso. Questi ultimi, supportati da altri membri dello staff aziendale, saranno il riferimento per gli atleti allo stand posizionato a bordo gara: un’equipe in linea con l’approccio Pegaso, il cui fine è mettere le persone nelle condizioni di fare scelte personali in totale consapevolezza.

L’esperienza a Kotor sarà l’occasione per utilizzare alcuni integratori tra cui Sprint4Win, la novità naturale per l’endurance made in Pegaso: un energy gel a base di maltodestrine e destrosio che garantisce agli atleti un apporto costante e immediato di energia mantenendo stabile il livello di glucosio nel sangue. I test provanti l’estrema digeribilità e il mantenimento della performance, dimostrano come Sprint4Win sia l’aiuto ottimale sul quale gli atleti possono contare durante lo sforzo che li attende in occasione dell’Ocean Lava Montenegro.

Per maggiori informazioni visitare il sito: www.pegaso.eu

Commenti

commenti

Marco