Home » Sport » Mountain Bike » NADIR COLLEDANI SIGILLA UNA GRANDE STAGIONE 2017 CON LA VITTORIA IN VAL DI SOLE NELL’UCI MTB WORLD CUP XCO UNDER 23. TRA LE RAGAZZE OTTIMO 5° POSTO DI MARTINA BERTA

NADIR COLLEDANI SIGILLA UNA GRANDE STAGIONE 2017 CON LA VITTORIA IN VAL DI SOLE NELL’UCI MTB WORLD CUP XCO UNDER 23. TRA LE RAGAZZE OTTIMO 5° POSTO DI MARTINA BERTA

Non poteva andare meglio di così per il 22enne friulano del team Torpado Gabogas che ha dominato la gara dall’inizio alla fine mettendo così al sicuro il secondo posto precedendo il lettone Martin Blums a cui va la UCI MTB World Cup di categoria. La statunitense Kate Courtney mette il quarto sigillo quest’anno tra le Under 23 Women, conquistando tappa e Coppa.

La giornata per i più giovani interpreti del Cross country è iniziata con la gara delle ragazze, in cui 42 atlete di 13 nazioni si sono sfidate sui cinque giri – più quello di lancio – dell’anello lungo 4 km e con 160 m di dislivello.

Non c’è stato scampo per le rivali di Kate Courtney, che si è presentata in Val di Sole come leader della massima serie dedicata alla specialità, forte di tre vittorie e due secondi posti nei cinque round finora disputati. È sempre stata in testa, guadagnando giro dopo giro, sino ad accumulare un massimo vantaggio di 35” alla fine della quarta tornata sull’elvetica Sina Frei. La statunitense si è rilassata nel giro conclusivo, chiudendo comunque con 32” sull’immediata inseguitrice e principale rivale nella UCI MTB World Cup XCO Under 23 Women. Il podio è completato dalla britannica Evie Richards (+1:02) confermando la sua terza posizione in Coppa. In quarta e quinta posizione troviamo più staccate la connazionale Isla Short (+4: 18) e la nostra portacolori, la valdostana Martina Berta (+5:00). Con l’ottimo risultato della Val di Sole – il terzo 5° posto stagionale – la valdostana riesce ad agguantare la quinta piazza anche in UCI MTB World Cup di categoria, confermando la sua classe anche considerando che questo è il suo primo anno tra le Under 23. L’altra nostra atleta Chiara Teocchi chiude più attardata in 19^ posizione (+9:08) tra le connazionali Giorgia Marchet (+8:14) e Eleonore Barmaverain (+9:41).

Alle 10:15 sono scattati i 107 ragazzi – per 23 nazioni rappresentate – dell’Under 23 Men, in cui le nostre speranze non sono rimaste deluse. Infatti il friulano Nadir Colledani è sempre rimasto in testa, guadagnando secondi giro dopo giro dopo il forcing iniziale dove ha staccato decisamente il suo grande rivale Martin Blums. Non c’è stata storia dopo le prime due velocissime tornate del friulano del team Torpado Gabogas, che ha continuato a spingere nei quattro giri seguenti – sei in totale più quello di lancio – sino a tagliare primo il traguardo con un ragguardevole vantaggio di un minuto e quattro secondi sul lettone e di 1:50 sul terzo classificato, il norvegese Petter Fagerhaug. L’altro nostro portacolori, il lombardo Gioele Bertolini, & egrave; partito nelle retrovie (41° alla fine della prima tornata) ma ha recuperato gradualmente, con l’ingresso nella top ten concretizzatasi tra il quarto e il quinto giro. Da qui in poi ha continuato spingere riuscendo a precedere allo sprint il tedesco Maximilian Brandl per una prestigiosa sesta piazza finale a 2:27 dalla vetta. La Coppa di specialità va al lettone Blums davanti al nostro Colledani e al norvegese Fagerhaug, Bertolini chiude una soddisfacente stagione – dove si è laureato Campione Italiano ed Europeo XCO U23 – in ottava piazza.

Commenti

commenti

Marco