News
Home » Sport » Ciclismo » LA MOSERISSIMA RIPORTA IN AUGE IL CICLISMO VINTAGE

LA MOSERISSIMA RIPORTA IN AUGE IL CICLISMO VINTAGE

La Moserissima”, ciclopedalata internazionale vintage con biciclette da corsa d’epoca costruite prima del 1987, andrà in scena a Trento il 16 luglio e sarà un dolce frammezzo tra la cronometro di Cavedine del 15 luglio e “La Leggendaria Charly Gaul” del 17 luglio. In onore di Francesco Moser e della sua famiglia, che ha scritto la storia del ciclismo dagli anni ’50 ai giorni nostri, l’anno scorso nacque la prima ciclostorica trentina, unica tappa del Giro d’Italia d’Epoca in Trentino-Alto Adige. Il fascino del vintage in un evento unico organizzato dall’Asd Charly Gaul Internazionale e dall’Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi, in collaborazione con la famiglia Moser, per celebrare il ciclismo del passato e offrire agli appassionati tracciati originali in sella a biciclette storiche. Protagonisti dell’evento, quest’anno su due percorsi di 35 e 56 km, saranno la città di Trento e la valle attraversata dal fiume Adige, lungo le cui sponde si snodano una fitta rete di piste ciclabili e suggestive strade bianche, alla scoperta di caratteristici borghi e passaggi immersi nella natura rigogliosa del Trentino, con questa nona tappa del Giro d’Italia d’Epoca a partire ed arrivare in Piazza Duomo a Trento.

“La Moserissima – 2.a Ciclostorica di Trento” prese il via da un’intuizione di Elda Verones, direttrice dell’ApT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi e “inventrice” de “La Leggendaria Charly Gaul”, che decise di festeggiare il decennale della manifestazione dedicata all’“Angelo della Montagna” facendo rivivere sulle strade trentine l’atmosfera dell’eroismo ciclistico del passato.



“La Moserissima”, infatti, è l’unica manifestazione del Trentino-Alto Adige annoverata nel circuito che raccoglie le principali ciclostoriche del nostro paese e promuove la pratica del cicloturismo d’epoca: in questo tipo di manifestazioni gli appassionati possono scoprire in tutta tranquillità le attrattive offerte dai territori e condividere la propria passione per bici e abbigliamento vintage, anche frequentando mercatini o iniziative di contorno dedicati al ciclismo che fu. “La Moserissima”, dunque, s’inserisce perfettamente in questo filone di manifestazioni e sarà un evento non competitivo, dove l’ordine d’arrivo non conta e i partecipanti vengono premiati in base all’abbigliamento che indossano o al tipo di bicicletta che utilizzano.

La ciclostorica di Trento non poteva che essere dedicata a Francesco Moser e alla sua famiglia, una dinastia che ha scritto la storia del ciclismo in Italia e nel mondo. Inoltre, il campione trentino ha collaborato sin dall’inizio con l’organizzazione per tracciare gli itinerari de “La Moserissima”, sviluppati principalmente su strade poco trafficate e sterrati, sfruttando il vasto patrimonio di piste ciclabili del Trentino.

Lungo il percorso verranno allestiti ristori con cibo, bevande “d’epoca” e prodotti tipici, dislocati alla cantina Cavit di Trento e a Maso Villa Warth, l’azienda agricola di Francesco Moser nella frazione di Gardolo di Mezzo, dove sarà possibile anche visitare il Museo del Ciclismo. Per prendere parte all’evento basta accedere al sito web www.lamoserissima.it dove sono disponibili tutti i dettagli per completare l’iscrizione e i links turistici per godersi un soggiorno a Trento e dintorni durante la settimana della ciclostorica.

Info: www.lamoserissima.it

Commenti

commenti

Marco