Home » Outdoor » ESTATE IN CARINZIA: UN’AVVENTURA DA VIVERE IN FAMIGLIA, SCOPERTA DOPO SCOPERTA

ESTATE IN CARINZIA: UN’AVVENTURA DA VIVERE IN FAMIGLIA, SCOPERTA DOPO SCOPERTA

L’estate in Carinzia è un’emozione speciale, un viaggio che ci fa riscoprire i valori della terra e la bellezza di stare all’aria aperta con i propri cari. La regione del sud dell’Austria, in mezzo a un paesaggio naturale incontaminato tra laghi d’acqua pura e a uno scenario alpino maestoso, è il luogo ideale per trascorrere una vacanza che ci riporti ad assaporare gusti, esperienze e ricordi di un tempo passato. E così, tra un pomeriggio passato in cascina a produrre del buon burro fresco e un’escursione sul Katschberg, ecco che ci si può divertire pescando in riva ai laghi o toccare il cielo con un dito facendo un giro sul pallone aerostatico o scalando la Pyramidenkogel, la torre panoramica di legno più alta d’Europa. La Carinzia offre tutto questo anche grazie agli alberghi pensati per le esigenze di ospiti grandi e piccini che riescono a unire disponibilità e accoglienza. Piccole pensioni, vacanze in agriturismo o “Familienhotel” certificati: non rimane che scegliere.

Una vacanza trascorsa con tutta la famiglia in Carinzia consente di sperimentare un mix di emozioni che faranno riscoprire con tutti i sensi la “voglia di vivere”.  Questa splendida regione a sud dell’Austria è pronta ad offrire un’oasi naturalistica di pace per dimenticarsi della frenetica vita quotidiana e riscoprire la felicità del piacere dello stare insieme e della magia della condivisione. Grazie alla grande varietà offerta dal suo territorio, grandi e piccini possono trovare ciò che cercano per ogni tipo di vacanza: escursioni, cicloturismo, golf e wellness. Ma, soprattutto, hanno la possibilità di vivere nuove esperienze come conquistare il lago in barca a remi, pagaiare in canoa attraverso un fiume, imparare i segreti della mungitura delle mucche o della preparazione del burro in una fattoria, mettere alla prova l’equilibrio con lo stand-up-paddling, tuffarsi in acqua da un albero o cercare i pesci in un ruscello trasparente. Insomma, una vacanza in cui scoprire le regole alla base della felicità.

Alla riscoperta dell’artigianalità
Lo stile di vita contemporaneo ci ha abituati ad avere già tutto pronto e spesso si dimentica che molte delle cose che mangiamo e consumiamo hanno una storia e nascono dalla passione di chi le lavora. Come vengono prodotti il burro e il formaggio? Quanto ci vuole per ottenere del gustoso succo di mele? Da dove viene il miele? Le risposte a queste e altre domande possono essere trovate durante una vacanza in Carinzia. Recandosi ad Irschen, il paese delle erbe, per esempio, oppure partecipando tutti insieme alla festa del miele a Hermagor; immergendo le mani nell’impasto del pane nella valle Lesachtal o ancora aiutando a raccogliere le mele nella valle Lavanttal o presso il caseificio “Schaukäserei” a malga Tressdorfer Alm presso Hermagor. Profumi ed esperienze che rievocano il sapore della tradizione e delle cose semplici, che sono anche le più autentiche. Se tutto questo vi affascina, avete la possibilità di sperimentarlo alloggiando negli agriturismi della Carinzia, luoghi perfetti per una vacanza in famiglia, in cui è il ritmo della natura a scandagliare la vita dell’uomo attraverso gesti semplici come la raccolta dei prodotti stagionali che la terra ci regala oppure il fatto di cimentarsi nella mungitura della mucca per gustarsi una cioccolata calda di prima mattina. Per informazioni: www.kraeuterdorf.atwww.tressdorferalm-kaeserei.atwww.lesachtal.com

Il gusto della tradizione
Certo, capire come nascono i prodotti è importante; ma anche la fase dell’assaggio vuole la sua parte. E perché non utilizzare questi magnifici frutti del terreno per gustare un pic-nic all’aria aperta? Quando si parte per una scampagnata al sole della Carinzia, già i preparativi sono un gran divertimento. Si raccolgono in giardino fragole e lamponi, si preparano torte profumate e si fa un’incursione nella dispensa per recuperare ancora un po’ di speck e di saporito formaggio di malga da mettere nel cestino. I tesori della cucina carinziana dell’Alpe Adria sono pressoché infiniti. Poco più tardi già si pedala nell’aria d’estate piacevolmente tiepida verso quel posticino preferito che è ancora uguale ad allora. E già si assapora il piacere di ritrovarlo. La deliziosa gastronomia dell’Alpe Adria però è piena di sapori nascosti che attendono solo di essere scoperti dai viaggiatori più curiosi e buongustai grazie ai programmi d’esperienza Slow Food Travel. “Buono. Pulito. Onesto.”, con questi criteri che suonano famigliari in Carinzia vengono preparate e valorizzate le squisite specialità tipiche di questa regione. www.kulinarik.nlw.at 

Vivere il territorio
Per qualcuno l’infanzia è quel momento della vita in cui con un ramo flessibile, un filo sottile e un pizzico di manualità si improvvisava una canna da pesca per misurarsi nell’arte tanto rilassante quanto soddisfacente della pesca. La Carinzia offre tantissime occasioni per rivivere quei momenti, per esempio con la pesca alpina nel fiume Möll. Oppure si può aspettare pazientemente in riva al lago in attesa di acchiappare qualche “Kärntner Lax’n”, la trota di lago tipica dell’Austria del sud. Proprio il territorio tra il lacustre e il montano permette alla Carinzia di avere una varietà faunistica invidiabile che consente l’incontro con le specie di animali più differenti come scimmie, aquile, camosci, stambecchi, marmotte e farfalle. E rimanendo in tema di animali, sul Katschberg da giugno a settembre si va per sentieri tenendo per le redini tre compagni di viaggio speciali, i lama Flocke, Monti e Mosquito. Un trekking di 4 ore da vivere in compagnia di questi simpaticissimi animali che rappresenta un’esperienza tranquillizzante e apprezzata anche dai più piccoli! Per informazioni: www.nationalpark-hohetauern.at

Una natura da scoprire insieme
Correre scalzi sull’erba verde degli alpeggi, affondare i piedi nel fondo morbido del bosco ricoperto da uno spesso strato di muschio, e sentire il solletico che fanno gli aghi d’abete sotto le dita dei piedi. Nel Parco della Biosfera dei monti Nockberge si può partecipare a escursioni guidate a piedi nudi, che si chiudono con un benefico bagno alla valeriana celtica. Correre all’aperto respirando a pieni polmoni i profumi di fiori e alberi della natura è un divertimento per tutte le età. Ma la Carinzia offre moltissime possibilità per svagarsi come concedersi un volo in pallone aerostatico sulle valli carinziane, conquistare il Grossglockner, la vetta più alta d’Austria, oppure partire per un’escursione indimenticabile in montagna, salendo su una delle 16 funivie della Carinzia in funzione d’estate. Qui nell’Austria del sud si avverano finalmente i sogni dell’infanzia.

Per mettere le ali ai propri sogni, poi, la cosa migliore è salire al Pyramidenkogel, dove si trova la torre panoramica in legno più alta d’Europa. Da quassù è possibile ammirare il lago Wörthersee che si distende ai nostri piedi e per finire, chi desidera arricchire le proprie vacanze in Carinzia con una prova di coraggio, può farsi calare con la corda dalla torre. Altrimenti, dopo aver goduto del panorama incantevole su tutta la Carinzia, si può scendere con l’ascensore oppure con un divertentissimo scivolo coperto. Per informazioni: www.pyramidenkogel.info

Le numerosissime attrazioni in tutto il land costituiscono un’inesauribile fonte di ricchezza per le vacanze famigliari in Carinzia. Più di 100 di queste attrazioni si possono visitare gratuitamente con la tessera Kärnten Card, compresi musei, strade panoramiche, funivie, battelli turistici, parchi acquatici, giardini zoologici e parchi faunistici. Per informazioni: www.kaerntencard.at

Per informazioni: www.carinzia.at

Commenti

commenti

Francesca