Home » Sport » Ciclismo » CALLANT DOLTCINI: ROCAMBOLESCA E AMARISSIMA PARTECIPAZIONE ALLE STRADE BIANCHE-GP LIBERAZIONE

CALLANT DOLTCINI: ROCAMBOLESCA E AMARISSIMA PARTECIPAZIONE ALLE STRADE BIANCHE-GP LIBERAZIONE

Dopo una pausa agonistica di una decina di giorni, la Callant Doltcini Cycling Team ha ripreso a gareggiare in Toscana alle Strade Bianche-Gran Premio Liberazione, gara allievi disputata ad Albergo nell’aretino.

La trasferta toscana ha segnato il ritorno alle corse di Lorenzo Masciarelli, due mesi dopo l’ultima gara di ciclocross in Belgio e i 4 chilometri di sterrato nel finale di percorso hanno stuzzicato le gambe del corridore pescarese dove ha provato a fare la differenza quando era solo al comando ma invano a causa di un guasto meccanico al deragliatore che gli ha impedito di terminare la corsa.

A quel punto nel drappello dei migliori è toccato a Simone Aielli diventare l’uomo di punta nel concitato finale ottenendo un secondo posto dietro Lorenzo Pellegrino (Albergo del Tongo).

A gara conclusa l’esito soprendente della giuria che ha declassato Aielli per essersi presentato in ritardo al controllo rapporti ma il regolamento giustamente va rispettato.

Questo errore tecnico post corsa non ha macchiato l’ottima performance di Aielli che ha iniziato il 2019 in crescendo ma nel complesso tutta la squadra (oltre a Simone Aielli e Lorenzo Masciarelli al via anche Matteo Scocchia, Davide Berardi, Francesco Pica, Luca Giannandrea, Andrea Ciccone, Samuele Di Tomasso, Oreste Marocco, Riccardo Addesi e Lorenzo Sorgi) ha saputo tirare fuori il meglio alla terza gara ufficiale della stagione il che fa pensare a un miglioramento nella condizione e nell’andare a caccia del miglior risultato.

Una nota di merito anche all’unico esordiente in gara Stefano Masciarelli che ha chiuso la prova nel primo gruppo in volata pur provandoci da solo nei tratti in salita del percorso.

Marco

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: