Home » Sport » Ciclismo » BERTOLINI A SILVELLE PER IL BIS: “STO BENE E LA SQUADRA È MOLTO FORTE”

BERTOLINI A SILVELLE PER IL BIS: “STO BENE E LA SQUADRA È MOLTO FORTE”

Dopo il successo ai Tricolori di Gennaio, il leader della Selle Italia Guerciotti punta a ripetersi Domenica ad “Armando, Giorgio & Friends”. Tra gli avversari del lombardo un Nadir Colledani all’esordio stagionale: “Rispetto ai Campionati Italiani sarà ancora più impegnativo”. Diretta TV alle 14.15 su RaiSport.

Gioele Bertolini è l’atleta più atteso dell’evento ciclocrossistico “Armando, Giorgio & Friends” di Domenica 3 Dicembre e la maglia tricolore di Campione Italiano conquistata lo scorso Gennaio, sempre a Silvelle di Trebaseleghe (PD), l’ha collocato di diritto al vertice del pronostico per il quarto appuntamento del Giro Italia Ciclocross.

Il 22enne della Selle Italia Guerciotti ha rotto il ghiaccio Domenica scorsa a Brugherio, conquistando il primo successo stagionale all’indomani di una prestazione sottotono in Coppa del Mondo a Zeven (Germania), a causa di un terreno di gara che mal si adattava alle sue caratteristiche. “La condizione è buona. – ha dichiarato il lombardo – Ho impostato la preparazione per crescere costantemente, con la consapevolezza di poter soffrire nei primi appuntamenti stagionali ma dal punto di vista atletico sono in linea con gli obiettivi. Quest’anno è tutto più difficile, il livello si è alzato notevolmente col salto di categoria ma sui percorsi veloci ho dimostrato di potermela giocare coi migliori”.

A Zeven non ho trovato terreno favorevole, – ha ammesso Bertolini. – Ho sofferto il fango e i lunghi tratti da fare a piedi, però Domenica a Brugherio su un percorso più adatto alle mie caratteristiche è andata nettamente meglio. Silvelle è tradizionalmente una gara molto difficile, basta veramente poco per renderla selettiva perché il fango si attacca tantissimo alle ruote. Ovviamente spero in un percorso più veloce possibile e quindi adatto al mio stile”.

Tra gli avversari di Bertolini scalpita il neoacquisto del Team Bianchi Countervail Nadir Colledani, che proprio a Silvelle farà il suo esordio stagionale nel ciclocross. “Da Nadir mi aspetto una bella gara, è un atleta di valore ma dovrebbe risentire del periodo di stacco. Potrebbe soffrire sulla distanza ma non va certamente sottovalutato”, il commento del Campione Italiano. D’altra parte, il 22enne friulano non ha lasciato nulla al caso, effettuando una ricognizione sul terreno di gara: “Sono andato a vederlo con la bici da strada ma era impossibile fare delle prove. Mi è sembrato più pesante rispetto ai Campionati Italiani di Gennaio e difficilmente si asciugherà da qui a Domenica. Si prospetta una gara molto selettiva, come piace a me”.

Se da una parte Bertolini punterà sulla forza del gruppo Selle Italia Guerciotti – “io, Jakob (Dorigoni) e Stefano (Sala) ci copriremo le spalle a vicenda” -, Colledani farà leva sull’aspetto motivazionale: “Spero di poter lottare con Gioele ce la metterò tutta ma sono pienamente consapevole che sarà molto complicato. Questa gara mi servirà per capire qual è il mio livello rispetto a lui in vista dei prossimi appuntamenti e dei Campionati Italiani di Roma. Ci sarà da lottare e da tener duro. Vendicare l’ordine d’arrivo degli Europei di MTB? (1° Bertolini, 2° Colledani) Non penso accadrà Domenica ma spero di prendermi una rivincita più avanti (sorride)”.

Dopo il duello Bertolini-Fontana del Gennaio scorso, ci sono i presupposti per avere un’altra giornata carica di emozioni a Silvelle. La prova Open maschile verrà trasmessa in diretta su RaiSport a partire dalle 14:15, mentre a seguire verrà proposta una sintesi di tutta la giornata per due ore complessive di programmazione.

Il programma del weekend di “Armando, Giorgio & Friends” prevede Sabato 2 Dicembre la Coppa Italia Ciclocross, riservata alle categorie Esordienti e Allievi, mentre il giorno successivo, Domenica 3 Dicembre, gli atleti delle categorie Master, Esordienti 2° Anno, Allievi, Juniores ed Open prenderanno parte al quarto appuntamento del Giro Italia Ciclocross.

Commenti

commenti

Marco