Home » Sport » Mountain Bike » ASSEGNATI I TITOLI MONDIALI 4X IN VAL DI SOLE ALL’AUSTRALIANA BUCHANAN E ALLO SVEDESE BECKEMAN. BRONZO PER L’ITALIANO GIOVANNI POZZONI

ASSEGNATI I TITOLI MONDIALI 4X IN VAL DI SOLE ALL’AUSTRALIANA BUCHANAN E ALLO SVEDESE BECKEMAN. BRONZO PER L’ITALIANO GIOVANNI POZZONI

Grande risultato per il nostro portacolori Giovanni Pozzoni: il 21enne di Lecco vince uno storico bronzo nel Four Cross. Oggi si corrono le finali della World Cup Downhill con i titoli Elite Men e Women ancora in palio.

L’australiana Caroline Buchanan e lo svedese Felix Beckeman sono i Campioni del Mondo UCI 2017 della specialità 4X. Hanno vinto la gara iridata disputata venerdì sera sulla pista di Commezzadura, in Val di Sole. Terzo ha chiuso Giovanni Pozzoni, conquistando così una prestigiosa medaglia di bronzo. Il campione italiano Giacomo Fantoni e Roberto Cristofoli sono invece usciti nei quarti di finale.

La competizione femminile è stata più tirata di quella maschile, partendo direttamente dalle semifinali. In finale sono entrate tutte le favorite, con l’argento conquistato dalla ceca Romana Labounkova e il bronzo dall’austriaca Helene Valerie Fruhwirth. La medaglia di legno è invece stata indossata dalla britannica Natasha Bradley. Per Caroline Buchanan si tratta della quinta medaglia d’oro vinta nel 4X, dopo i titoli conquistati nel 2009, 2010, 2013 e 2016.

La gara maschile è stata più lunga ed entusiasmante, anche per le cadute e gli errori – dagli ottavi sino alle semifinali – che hanno estromesso alcuni dei papabili per il podio. La gara è iniziata molto bene per i nostri portacolori, con Giovanni Pozzoni (già 6° nel 2015), Giacomo Fantoni e Roberto Cristofoli tutti qualificati per i quarti di finale. Uno dei più forti e longevi specialisti del Four Cross, il britannico Scott Beaumont, è invece uscito subito a causa di una caduta. Al round successivo sono iniziate le prime sorprese con l’uscita del campione del mondo uscente, lo sloveno Mitja Ergaver, che ha chiuso terzo la sua manche, stessa sorte toccata al nostro Cristofoli. Il vero dramma si è consumato nelle semifinali, con l’uscita prima del britannico Luke Cryer e del francese Sylvain Andre e dello statunitense Barry Nobles e Hannes Slavik poi. Pozzoni trovava così spianata la strada per le meritate finali, avendo sempre corso run consistenti e d’attacco. Beckeman ha dominato precedendo il francese Quentin Derbier e l’atleta del Team Le Marmotte Loreto di Bergamo, quarto il tedesco Benedikt Last. Alle finali femminile e maschile hanno assistito un numeroso pubblico assiepato lungo lo spettacolare tracciato di Daolasa e sugli spalti di fronte all’arrivo grazie al maxi schermo.

Oggi gran chiusura con le finali Downhill, primo importante appuntamento dell’ultima tappa della World Cup MTB 2017. Sono ancora in palio i titoli maschile e femminile, con una serratissima lotta nel primo caso. Il secondo in classifica, lo statunitense Aaron Gwin, ha ridotto il suo distacco dalla vetta a soli 23 punti dopo aver vinto le qualifiche precedendo proprio l’attuale leader, il sudafricano Greg Minnaar. Si attende una gara tirata anche in campo femminile, dopo la prima in Coppa, la francese Myriam Nicole, ha chiuso quarta mentre la sua immediata inseguitrice, l’australiana Tracey Hannah, ha fatto segnare il miglior tempo, con il distacco tra le due ridotto a 85 punti. Sono ancora in gioco gli attuali terzi in classifica, l’australiano Troy Brosnan e la britannica Tahnée Seagrave, il che preannuncia epiche gare tra gli Elite Men e Women. Passando agli Junior, il vincitore della World Cup DH 2017 Finnley Iles ha fatto segnare il miglior tempo su una pista che l’ha visto laurearsi Campione del Mondo l’anno scorso, mentre l’altra iridata 2016 Alessia Missiaggia si è qualificata quarta dietro alla connazionale Beatrice Migliorini, prima la francese Melanie Chappaz.

Commenti

commenti

Marco