Home » Sport » Mountain Bike » 80 GIORNI ALLA PASSO BUOLE XTREME

80 GIORNI ALLA PASSO BUOLE XTREME

Un grande circuito ha bisogno di grandi eventi, e la terza Passo Buole Xtreme di Ala (TN) faceva proprio al caso di Trentino MTB presented by Rotalnord. Un percorso spettacolare ed un matrimonio destinato a durare, in una delle prove più suggestive per chi pone nelle ruote grasse gran parte delle proprie aspettative sportive.

Il percorso della Passo Buole Xtreme rimarrà lo stesso capace di entusiasmare lo scorso anno, con il comitato organizzatore impegnato nel semplificare tutta la procedura logistica pre e post gara, rendendo più piacevole ed accogliente “il contorno”, sia per i bikers che per gli accompagnatori. La manifestazione avrà luogo il 21 maggio, un cambio data che pare essere stato apprezzato, basti pensare che l’S.C. Ala ha già raccolto oltre 300 iscrizioni, in netto aumento rispetto alle sfide precedenti. Quantità e “qualità” poiché, tra di esse, si notano già le conferme prestigiose di atleti del calibro del bicampione marathon Roel Paulissen, degli altoatesini Hannes Pallhuber e Johannes Schweiggl, e del livignasco Mattia Longa.

Tutto ciò e molto altro è la Passo Buole Xtreme, a cominciare da una prova per i più giovani il sabato pomeriggio, ma le più gustose novità rimarranno celate ancora per un po’, per far rimanere ancora con il fiato sospeso i pedalatori degli sterrati trentini. La Passo Buole Xtreme è un evento di grande spessore e fascino, noto anche per la valorizzazione del territorio alense e della Vallagarina, capace di proporre anche iniziative culturali ed enogastronomiche, ricordando inoltre il centenario della Grande Guerra, in una terra già allora “di confine” e tristemente coinvolta nel drammatico confitto. La parentesi storica si protrarrà per tutto il weekend con le Associazioni di Ala a proporre mostre e scenografiche rappresentazioni in ricordo degli eventi bellici i cui segni sono ancora visibili in queste terre.

Il Passo Buole è situato a 1.460 metri ed è un valico alpino delle Prealpi venete, fra il Gruppo del Carega e il Coni Zugna, in provincia di Trento, e non è interamente transitabile dagli autoveicoli, uno scenario “ideale” per gli appassionati di mountain bike, i quali potranno vivere una giornata all’insegna dell’avventura e del ricordo. Il Passo Buole è inoltre passato alla storia con il nome di “Termopili d’Italia” per la terribile battaglia che vi si svolse, e nel 1916 in quella stretta ed impervia gola la resistenza italiana impedì l’offensiva lanciata dagli austriaci e nota con il nome di Strafexpedition, evitando così che questi ultimi riuscissero ad irrompere nelle valli venete. Le vicende si svolsero negli ultimi giorni del mese della dea romana Maia, e la Passo Buole Xtreme del 21 maggio vuole essere, proprio a cent’anni dall’evento bellico, una commemorazione dell’impresa nazionale ed un “ripasso di storia”, anche nel nome dell’evento con i ’40 km del Soldà’. Ancora oggi nei dintorni del percorso di 40 km e 1790 metri di dislivello, con partenza ed arrivo nel centro storico di Ala, sono ben visibili i resti delle trincee.

Le iscrizioni per partecipare a questa fascinosa prova agonistica, seconda tappa di Trentino MTB, sono a disposizione alla quota agevolata di 28 euro da saldare entro il 15 aprile.

Per info: www.passobuolextreme.com

Commenti

commenti

Marco