Home » Sport » Mountain Bike » 100 KM DEI FORTI – 1000 GROBBE BIKE CHALLENGE: TRACCIATURA COMPLETATA E QUOTE IN SCADENZA

100 KM DEI FORTI – 1000 GROBBE BIKE CHALLENGE: TRACCIATURA COMPLETATA E QUOTE IN SCADENZA

Trentino MTB presented by Rotalnord atto III, la 100 Km dei Forti di Lavarone sull’Alpe Cimbra (TN) è “prova storica” del circuito dedicato alla passione degli atleti per le ruote grasse sugli sterrati del Trentino, e dal 9 all’11 giugno regalerà nuove spettacolari pedalate anche grazie al contest 1000Grobbe Bike Challenge, comprendente Lavarone Bike, Nosellari Bike ed il percorso classic della 100 Km dei Forti. Tutti i tracciati del challenge sono già stati perfettamente segnalati dal comitato organizzatore, ed ora non resta che ‘farsi la bocca’ con la descrizione dei percorsi.

100 KM DEI FORTI - 1000 GROBBE BIKE CHALLENGE

La prima sfida andrà in scena il 9 giugno con la Lavarone Bike e sfodererà un percorso tanto avvincente quanto veloce, con attraversamento, dopo la partenza di Lavarone, dell’Altipiano fino a giungere sopra l’abitato di Bertoldi. In leggera discesa arriviamo all’inizio della strada del Tomazol (km 4.3) e la seguiamo in salita fino al km 6.8 dove imbocchiamo un tratto misto che ci porta fino al bivio per il Monte Cimone (km 9.3). Da lì scendiamo fino alla pista di sci Tablat dove inizia la salita che ci porta alla Tana Incantata (km 13) attraverso gli stupendi pascoli e le baite del Tablat. In leggera discesa fino al Passo Cost e poi lungo una discesa più impegnativa arriviamo a Masi di Sotto (km 20.8). Un bellissimo tratto misto ci porta fino al Lago di Lavarone. Scendiamo a Prà di Sopra dove inizia la salita del Monte Rust che ci porta sopra l’abitato di Chiesa (km. 27.3). Attraversiamo la frazione Chiesa fino ad arrivare al parco giochi e proseguiamo verso località Tobia, dove inizia l’ultimo km che in leggera salita ci porta al traguardo dopo aver affrontato 29.8 km e 454 metri di dislivello.

La Nosellari Bike si mostrerà invece il 10 giugno, con salita fino al Lago di Lavarone dopo lo start da Nosellari, e raggiungimento in leggero saliscendi della frazione Oseli, ove inizia una salita verso Passo Cost. Proseguiamo fino al bivio per Monte Tablat e in discesa raggiungiamo Malga Laghetto, dove inizia la salita che arriva fino al bivio per il Monte Cucco, il punto più alto del percorso. In discesa raggiungiamo Passo Vezzena. Un tratto pianeggiante ci porta fino a Baita Cangi dove inizia una discesa di 2 km che arriva alla località Seghetta, inizio della salita di Monte Belem e poi in un continuo saliscendi giungiamo al bivio del Monte Cimone, dove entriamo in un tratto di bosco fino a raggiungere la strada forestale del Tomazol che in leggera discesa ci porta all’ex Comando Austriaco. Un tratto misto arriva a Carbonare e poi in salita si raggiunge il bivio del Monte Rust dove inizia la discesa che ci riporta a Nosellari. Attraversiamo la frazione e iniziamo a salire fino al lago, quindi proseguiamo in direzione Malga Pozze dove inizia l’ultimo chilometro che ci porta all’arrivo, a completamento di 41.5 km e 1003 metri di dislivello.

I percorsi classic e marathon della 100 Km dei Forti di domenica 11 giugno rappresenteranno la ciliegina sulla torta, rispettivamente di 50 e 100 km e con dislivelli di 1348 e 2964 metri. La partenza è situata nel Parco Palù di Lavarone Cappella e, dopo aver percorso 3.4 km in leggera pendenza, si affronta subito la prima salita di Monte Belem (lunghezza km. 1.7, dislivello 85 m.). Breve discesa (km 1.8) e s’inizia la salita di Passo Vezzena che porta fino ai 1550 m. di Forte Busa Verle e in discesa a Passo Vezzena (m 1410). Si sale fino al bivio per Malga Basson proseguendo poi verso Malga Croier per raggiungere Malga Millegrobbe passando da Forte Campo. Imboccata la discesa verso Malga Laghetto il percorso devia lungo una bellissima stradina forestale pianeggiante, raggiunge l’abitato di Luserna, scende in frazione Tezze e imbocca sulla destra una strada tagliafuoco che in leggera discesa porta in frazione Masetti. Seguendo la strada comunale in leggera salita si arriva a Malga Laghetto, dove inizia la scalata al Monte Tablat (lunghezza km 1.1, dislivello m 79). Passo Cost, Forte Belvedere, Oseli, Masi di Sotto e Malga Pozze sono i passaggi successivi. Sia il percorso classic che il marathon proseguono verso il Lago di Lavarone, Prà di Sopra e poco sopra Carbonare si dividono. Il percorso più “corto” sale lungo il pendio di Monte Rust fino ad arrivare alla frazione Chiesa e in leggero saliscendi raggiunge il traguardo di Gionghi. La Marathon invece prosegue fino a Forte Cherle, verso la Scala dell’Imperatore, l’ex ospedale militare, fino a portarsi a Forte Sommo Alto. L’itinerario quindi va in direzione Passo Coe e gira a destra a monte degli impianti di risalita di Fondo Piccolo, fino ad arrivare a Forte Dosso delle Somme. Da lì, in discesa, si passa nei pressi dell’abitato di Serrada e si arriva a Mezzaselva. Si prosegue per Francolini, Folgaria, Costa, Maso Spilzi e sempre in salita si raggiunge Passo Sommo. Passando dalle frazioni Perpruneri, Tezzeli, Cueli e Morganti si scende dal passo in direzione Carbonare, in leggera salita si passa dal Comando Austroungarico e in poco meno di 5 km di saliscendi si arriva al traguardo di Gionghi.

Le quote per iscriversi sono in scadenza il 3 giugno, per approfittarne visitate il sito www.100kmdeiforti.it per decidere quale gara affrontare, o se… fare man bassa e sfidare una ad una le fortificazioni della Grande Guerra.

Commenti

commenti

Marco