Home » Sport » Ciclismo » 10 GIORNI ALLA GF NOVARA “MARCELLO BERGAMO”

10 GIORNI ALLA GF NOVARA “MARCELLO BERGAMO”

Alla terza edizione della Granfondo Novara “Marcello Bergamo”, ennesima perla organizzativo-sportiva del GS Alpi di Vittorio Mevio, mancano appena una decina di giorni, poi si darà il via a lunghe e scenografiche pedalate, dal riso alle Alpi, come recita lo slogan della manifestazione, suddivise nei percorsi ‘corto’ di 124.3 km e 889 metri di dislivello, ‘medio’ di 148.8 km e1.762 metri di dislivello e ‘lungo’ di 171.3 km e 2.235 metri di dislivello.

Domenica 14 maggio la partenza comune per tutti e tre gli itinerari della Granfondo Novara 2017 avverrà in Piazza Martiri della Libertà a Novara. Dopo un avvio “controllato” i corridori attraverseranno Via XX Settembre, Cavalcavia di San Martino, Via Valsesia, con la partenza volante all’uscita di Novara (km. 2.5). La gara si snoderà attraverso i Comuni di San Pietro Mosezzo (Fraz. Cesto), Briona, Castellazzo Novarese, Mandello Vitta, Sillavengo, Carpignano Sesia; a Ghislarengo entrerà in provincia di Vercelli e proseguirà per Lenta e Rovasenda. A Brusnengo in provincia di Biella (km 47) invece inizieranno i primi saliscendi, ed a Curino (Km. 51) al bivio per Pray Biellese i competitors si cimenteranno con la prima salita, la Colma di Baltigati: con lunghezza di 4 km, pendenza media dell’8% e breve rampa prima della Fraz. di San Bononio (al km 1.8 di salita) del 13%.

Seguirà la discesa verso Baltigati e Ponzone (Fraz. di Trivero), e proprio in questo punto (km 58.6) i percorsi si divideranno, il corto svolterà a destra verso Pray Biellese mentre il medio e il lungo a sinistra, dove affronteranno la salita di Trivero. I corridori del percorso corto dopo una leggera discesa e pianura di circa 6 km giungeranno ad Azoglio al km. 64.7 (fraz. di Crevacuore), dove alla rotonda per Sostegno si ricongiungeranno tutti e tre i percorsi.

Per quanto riguarda invece il medio ed il lungo, la salita di Triviero è composta da km 5.2 con pendenza media del 5,2% e pendenza massima del 9-10% fra le Fraz. di Piana e Ronco, mentre il culmine della salita si trova in frazione Oro. Da qui una veloce discesa di 5 km circa fino a Coggiola (km 70) dove inizierà la più lunga salita della gara, all’Alpe Noveis (mt 1.100 alt.): lunghezza 9.2 Km, pendenza media 6.5% e pendenza massima del 13% alla fraz. Biolla, anche se solamente per un breve tratto. I ciclisti dovranno poi fare attenzione alla successiva discesa, molto tecnica specialmente nei primi 5 km fino ad Ailoche, poiché oltre alla pendenza elevata l’asfalto si presenta leggermente deteriorato. Arrivati a Crevacuore (km 88) i due percorsi di divideranno, il lungo a destra verso Pray Biellese e il medio a sinistra, dove dopo circa un km si congiungerà al corto, ad Azoglio (km 89.2 rotonda per Sostegno).

I ciclisti che arriveranno a Crevacuore dopo le ore 12.45 dovranno obbligatoriamente dirigersi verso il percorso medio.

I concorrenti del percorso lungo, infine, dopo l’attraversamento del ponte sul torrente Sessera affronteranno la salita della sella di Curino, di 2.7 km di lunghezza, pendenza media del 6.8% e pendenza massima 8% (a metà salita). Seguirà una leggera discesa di circa 5 km e quindi i corridori ripeteranno la salita e discesa di Colma Baltigati, descritta precedentemente. Giunti a Ponzone svolteranno a destra e seguiranno il percorso fatto dai concorrenti del corto fino ad Azoglio (km 111.7 rotonda per Sostegno), punto di ricongiunzione dei tre percorsi.

Ed ecco assieme i tre itinerari avviarsi alla conclusione: dalla rotonda di Azoglio si attraverserà Serravalle Sesia (provincia di Vercelli) ed i ciclisti che si troveranno dopo l’auto di fine gara nei tre percorsi dovranno fare attenzione in questo tratto, per eventuali code di traffico che si verranno a creare. Attraversato il fiume Sesia (si entra in provincia di Novara) la corsa proseguirà per Grignasco, dove affronterà l’ultima difficoltà di giornata, la Selletta di Traversagna: lunghezza km 4 circa, pendenza media 3.6%, massima 8% che, come si evince dai numeri, è una “dolce” salita. Al termine della breve discesa la corsa transiterà nei pressi del Santuario di Boca, quindi a Boca, Baraggia di Boca, Piano Rosa, discesa verso Cureggio, Fontaneto d’Agogna, Cavaglio d’Agogna, Cavaglietto, Barengo, Proh (Fraz. di Briona), e dal bivio di Castellazzo la gara ripercorrerà il tracciato in senso inverso fatto all’inizio e anche il percorso cittadino in Novara sarà identico (in senso inverso) a quello di partenza, con l’arrivo scenografico di Piazza Martiri ciliegina sulla torta di una memorabile giornata di sport e spettacolo. Iscrizioni a 40 euro entro il 10 maggio comprensive di un imperdibile gilet tecnico fornito dal main e title sponsor “Marcello Bergamo”.

Info: www.gfnovara.it

Commenti

commenti

Marco